2019

Irpinia Aglianico DOC

L’aglianico è l’anima scura dell’Irpinia, il rosso campano più rinomato fuori dall’Italia.

16,00

UVAGGIO

100% Aglianico

VIGNETI

Età vigneti 60/80 anni, Montemarano Paternopoli (AV) Italia

FERMENTAZIONE

Serbatoio di acciaio

AFFINAMENTO

12 mesi in serbatoi acciaio inox

Irpinia Aglianico DOC

Il processo di vinificazione

Questo nostro rosso base nasce da uve Aglianico coltivate in diversi comuni dell’areale del Taurasi, si tratta in genere di vigneti abbastanza giovani coltivati a spalliera con potatura a cordone speronato e che si trovano mediamente intorno ai 500 m slm.

L’uva viene raccolta esclusivamente a mano in piccole cassette negli ultimi giorni del mese di Ottobre.

Vinificazione in rosso con macerazione di circa 10 giorni a temperatura controllata, in modo da estrarre solo il necessario per un vino che deve essere fresco e vallutato.

Affina comunque almeno 12 mesi ma esclusivamente in vasche di acciaio, viene imbottigliato dopo leggera chiarifica e filtrazione e sosta circa 6 mesi in bottiglia prima di essere commercializzato.

alcune note

Note degustative

Colore rosso rubino con riflessi violacei, al naso presenta i tipici aromi varietali dell’Aglianico quasi frutta rosso acidula, note di prugna e ciliegia matura.

In bocca è fresco, di buona struttura e con tannino evidente ma composto. Pensato per essere un vino a tutto pasto, ovviamente si esprime al meglio su cucina di carne in generale.

Il progetto Calafè

I Riconoscimenti

Calafè, il progetto di Benito Petrillo, ha da subito avuto riconoscimenti nel mondo enologico italiano grazie ai pluripremiati Greco di Tufo e Aglianico.

Il Greco di Tufo Calafè è un simbolo di acidità e potenza oramai leggendari, mentre il Taurasi, che dell’Aglianico è il prodotto principe, unisce struttura e longevità come pochi (ottenendo sempre risultati al vertice in degustazioni alla cieca).

benito petrillo

Ti potrebbe interessare…