2018/2019

Greco di Tufo DOCG

Ogni vendemmia ha caratteristiche a sé stanti; il 2006 stupisce tutta per freschezza e longevità.

10.98

UVAGGIO

100% Greco di Tufo

VIGNETI

Vigna di Prata Principato Ultra (AV) Italia

FERMENTAZIONE

Serbatoi di acciaio

AFFINAMENTO

Serbatoi in acciaio a temperatura controllata 12°C

Greco di Tufo DOCG

Processo di vinificazione

Il nostro Greco di Tufo nasce da un blend di uve coltivate in parte a Santa Paolina in un vigneto poggiante su un terreno argilloso a circa 400 m slm e in parte dal vigneto aziendale circondante la cantina, sito in Prata di Principato Ultra; qui il terreno è argilloso-calcareo e a circa 350 mt slm.

L’uva viene raccolta esclusivamente a mano in piccole cassette., quando è giudicata ottimale la maturità aromatica, in genre intorno alla metà di ottobre.

Vinificazione classica in bianco a basse temperature, dopo la fermentazione alcolica un solo travaso ed affinamento su fecce fini, per almeno 12/14 mesi. Questo lungo affinamento suo-lies oltre a permettere una lente e progressiva costruzione dell’impianto organolettico, permette al vino di stabilizzarsi in modo naturale.

Va in commercio dopo un ulteriore periodo di affinamento in bottiglia di almeno 6 mesi.

Alcune note

Degustazione

Colore giallo paglierino intenso con riflessi verdeggianti; al naso pretesta sentori varietali di albicocca e mandorle verdi, nonché cenni idrocarbaturi che si accentuano con l’affinamento in bottiglia. In bocca grande freschezza e mineralità con un giusto tocco tannico che aiuta ad asciugare il palato.

Ottimo sulla cucina di mare in generale e buon compagno d’aperitivo. Molto buono anche su primi di carni bianche non molto elaborati e su formaggi a pasto medio-molle non eccessivamente stagionati.

Il progetto Calafè

I riconoscimenti

Calafè, il progetto di Benito Petrillo, ha da subito avuto riconoscimenti nel mondo enologico italiano grazie ai pluripremiati Greco di Tufo e Aglianico.

Il Greco di Tufo Calafè è un simbolo di acidità e potenza oramai leggendari, mentre il Taurasi, che dell’Aglianico è il prodotto principe, unisce struttura e longevità come pochi (ottenendo sempre risultati al vertice in degustazioni alla cieca).

benito petrillo